Migranti, il padre del piccolo Aylan: "Un anno dopo, si continua a morire in mare"

Pubblicata il: 2/09/2016
Migranti, il padre del piccolo Aylan: "Un anno dopo, si continua a morire in mare"
Fonte: WWW.REPUBBLICA.IT

ROMA - "Le morti continuano e nessuno fa niente. Eppure dopo la perdita in mare della mia famiglia i politici avevano detto: mai più!". Parole amare e di denuncia quelle di Abdullah Kurdi, il padre del piccolo Aylan, il profugo siriano di soli tre anni ritrovato senza vita sulla spiaggia di Bodrum, sulla costa egea della Turchia. Sono passati 12 mesi da quando lo scatto della giornalista turca..

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK