«Cappuccio in testa e sms in arabo» Quando Meriem ha scelto la jihad

Pubblicata il: 4/09/2016
«Cappuccio in testa e sms in arabo» Quando Meriem ha scelto la jihad
Fonte: WWW.CORRIERE.IT

Oggi è un soldato con il volto da ragazzina. Le ultime notizie la danno sotto le bombe di Raqqa, in Siria, vicina alla brigata «Al Khansaa», il gruppo composto esclusivamente da combattenti donna che ha il compito di far rispettare la sharia tra le concittadine. A costo di torturarle, se fumano una sigaretta o indossano un velo troppo corto. Ma Meriem Rehaily — la foreign fighter ricercata...

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK