Lost in translation? Ci pensa l’info-robot dell’aeroporto

Pubblicata il: 8/09/2016
Lost in translation? Ci pensa l’info-robot dell’aeroporto
Fonte: WWW.GABRIELEDIMATTEO.COM

Il film della Sophia Coppola, “Lost in translation” non a caso si ambientava a Tokyo. Città affascinante ma tentacolare dove non esistono i numeri civici sulle facciate delle case e maneggiare una lingua come il Giapponese, così insidiosa nel rapporto  suoni/significati, può dare una certa ansia. Hitachi dà una mano ai

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK