La «continuità dello Stato» e il diritto di resistenza

Pubblicata il: 8/09/2016
La «continuità dello Stato» e il diritto di resistenza
Fonte: GIUSEPPEARAGNO.WORDPRESS.COM

  Dal 1890 al 1930, grazie al Codice Zanardelli, le norme per oltraggio, violenza e minaccia a pubblico ufficiale «non si applicano quando il pubblico ufficiale abbia dato causa al fatto, eccedendo con atti arbitrari i limiti della sua funzione». La prassi delude le attese, ma il problema storico del diritto di resistenza trova un riconoscimento […]

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK