Mondo nomade, città aperte. Intervista a Richard Sennett

Pubblicata il: 9/09/2016
Mondo nomade, città aperte. Intervista a Richard Sennett
Fonte: WWW.MINIMAETMORALIA.IT

Questa intervista è uscita sull' Espresso , che ringraziamo . Parigi. Pensare di arroccarci nella nostra identità, di «esimerci dal contatto e dalla contaminazione con gli altri è ridicolo, un'illusione». Respingere chi cerca aiuto, «una nuova forma di fascismo». Richard Sennett, tra i più autorevoli sociologi contemporanei, docente alla London School of Economics e alla New York...

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK