Una giornata a farneta

Pubblicata il: 9/09/2016
Una giornata a farneta
Fonte: LETTEREDALUCCA.WORDPRESS.COM

Vuol dire tornare sporchi e contenti.  Con le gambe che prudono per le “cocciòle” degli insetti che pungono senza ritegno o ledum palustre che tenga. Con le guance sporche, le unghie nere. Coi capelli arruffati, dopo aver giocato con la palla, con la nonna, col leone, coi sassi, con la carriola piena di foglie secche da

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK