Su censure sociali (e oblio)

Pubblicata il: 14/09/2016
Su censure sociali (e oblio)
Fonte: UNOENESSUNO.BLOGSPOT.IT

Mi ha fatto pensare la storia della ragazza di Napoli, suicidatasi dopo la gogna subita per un video finito in rete e sui social. Un video che doveva rimanere privato. Mi ha fatto pensare perché il suo avvocato aveva scritto a Facebook, chiedendone la rimozione, evidentemente invano. Qui il diritto all'oblio c'entra poco: si tratta di immagini private, fatte girare senza consenso. Mi fa pensare

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK