Diritto alla ribellione. La continuità dello Stato

Pubblicata il: 21/09/2016
Diritto alla ribellione. La continuità dello Stato
Fonte: WWW.AGORAVOX.IT

Dal 1890 al 1930, grazie al Codice Zanardelli, le norme per oltraggio, violenza e minaccia a pubblico ufficiale non si applicano, se il pubblico ufficiale ha causato la reazione abusando del suo potere. La prassi delude le attese, ma il problema storico del diritto di resistenza trova un riconoscimento legale, che il codice Rocco cancella e la Costituente ripropone. Il secondo comma dell'articolo

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK