Migranti in schiavitù, chieste condanne

Pubblicata il: 22/09/2016
Migranti in schiavitù, chieste condanne
Fonte: WWW.CORRIERE.IT

LECCE - Il procuratore aggiunto di Lecce Elsa Valeria Mignone ha chiesto condanne fino ad un massimo di 14 anni di reclusione (in tutto quasi 160 anni di carcere) nell'ambito del processo a sette imprenditori salentini e otto presunti "capi squadra" e "caporali" stranieri accusati di aver ridotto in schiavitù i migranti impegnati nella raccolta delle angurie a Nardò (Lecce). La pena

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK