Paziente bruciato Un liquido alimentò il rogo del letto

Pubblicata il: 4/10/2016
Paziente bruciato Un liquido alimentò il rogo del letto
Fonte: WWW.ILTEMPO.IT

Un liquido "acceleratore" ha alimentato le fiamme che hanno divorato Gheorge Andoni, nel suo letto di ospedale al San Camillo, la notte del 1 maggio scorso. Il rogo si era sviluppato in una stanza del reparto di Medicina, al secondo piano del padiglione Maroncelli. Per il 65enne, ricoverato nel nosocomio a causa dell'amputazione di un piede, non c'era stato nulla da fare: è morto carbonizzato.

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK