Quella lunga agonia dietro un paravento

Pubblicata il: 6/10/2016
Quella lunga agonia dietro un paravento
Fonte: WWW.ILMESSAGGERO.IT

Siamo a Roma, in un grande nosocomio della Capitale, non ad Aleppo dove il dittatore Assad di preferenza fa bombardare gli ospedali, meglio se ci sono dei bambini. La morte lenta e tra atroci sofferenze di un uomo, malato terminale di cancro, ha attraversato un tempo dilatato quasi all’infinito, cinquantasei ore, prima che un infermiere concedesse la parola fine: «Il paziente è deceduto». La...

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK