Un orto bio che non conosce confini

Pubblicata il: 10/10/2016
Un orto bio che non conosce confini
Fonte: WWW.ILSECOLOXIX.IT

I migliori ristoranti di Monte-Carlo bussano alle porte della Riviera di ponente. Olio extravergine da taggiasca, vigne a Vermentino, fasce coltivate a carciofo spinoso di Albenga, trombette, borraggine, piselli, fave e basilico. Tutto rigorosamente biologico. Sono per la massima parte liguri i prodotti che diventano materia prima privilegiata per gli chef dei ristoranti monegaschi, sempre...

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK