Nadia Murad, sempre temevo stupro botte

Pubblicata il: 12/10/2016
Nadia Murad, sempre temevo stupro botte
Fonte: WWW.CORRIERE.IT

PRAGA - "In prigionia contavo ogni ora. Ogni minuto temevo che arrivassero ma non sapevo se ci avrebbero venduto o aggredito e violentato": in una conferenza stampa svoltasi oggi a Praga, lo ha raccontato Nadia Murad, la giovane yazida insignita del premio "Vaclav Havel" dei diritti umani 2016. Nell'agosto 2014 Murad era una studentessa 21enne della regione di Sinjar, nel nord dell'Iraq. Le

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK