«Re Lear, è ancora lui il monumento alla stupidità umana»

Pubblicata il: 11/10/2016
«Re Lear, è ancora lui il monumento alla stupidità umana»
Fonte: WWW.ILGIORNALE.IT

Antonio Bozzo «La difficoltà più grande di questo mio primo Re Lear è stata di farne, d'accordo con il regista, una sorta di Giobbe costretto ad accettare la malvagità, un uomo capace di mettersi in testa una corona di spine, come farà un Dio che allora ancora non esisteva. Oggi siamo pieni di vecchi sfruttati da figli e nipoti, tali e quali il protagonista della tragedia shakespeariana il...

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK