Il naufragio della speranza

Pubblicata il: 14/10/2016
Il naufragio della speranza
Fonte: MIASORRISO.BLOGSPOT.IT

Sono le 7:10. Sono sveglia da quattro ore. A casa, di notte mi sveglio una o due volte, per andare in bagno. Qui per ora non ho bisogno del bagno perché ho ancora il catetere, ma mi sveglio almeno ogni due ore per cambiare posizione. Mi giro, sistemo la calza che si arrotola sulla coscia, districo i tubicini delle flebo, controllo l'ora e poi mi riaddormento. Quasi sempre. Stanotte, dopo il...

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK