«Non chiamatemi poverinaA volte la compassione è peggio dell’indifferenza»Bebe Vio, olimpionica senza gambe e braccia: «Non chiamatemi poverina: a volte la compassione è peggio dell’indifferenza»

Pubblicata il: 16/10/2016
«Non chiamatemi poverinaA volte la compassione è peggio dell’indifferenza»Bebe Vio, olimpionica senza gambe e braccia: «Non chiamatemi poverina: a volte la compassione è peggio dell’indifferenza»
Fonte: WWW.CORRIERE.IT
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK