Referendum, la protesta degli elettori all'estero: "Nessun rischio brogli, dovremmo incolpare consoli e postini"

Pubblicata il: 23/11/2016
Referendum, la protesta degli elettori all'estero: "Nessun rischio brogli, dovremmo incolpare consoli e postini"
Fonte: WWW.REPUBBLICA.IT

ROMA - Il postino argentino, il console australiano o l'hangar di Castelnuovo di Porto: ecco mani e luoghi - alcuni tra tanti - da cui transitano le schede elettorali degli italiani all'estero. "E voi pensate davvero - si arrabbia il centrista Aldo Di Biagio, senatore eletto oltreconfine - che uno di questi soggetti si metta a falsificare centinaia o migliaia di schede? Ammesso che sia in...

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK