Bordighera, l’integrazione è realtà per 23 profughi: cucinano e lavorano

Pubblicata il: 15/02/2017
Bordighera, l’integrazione è realtà per 23 profughi: cucinano e lavorano
Fonte: WWW.ILSECOLOXIX.IT

Bordighera - «Questa è la città più bella del mondo»: Sindja Ousman, nascita in Camerun, ospite del Seminario vescovile in attesa di ottenere lo stato di rifugiato, lo ripete di continuo. « Bordighera is the best». Fugge dalle tragedie della guerra civile, ha visto morire amici nel Mediterraneo, vuol restare qui, in Italia, trovarsi un lavoro, ricongiungersi alla famiglia: «Non è solo il...

Continua a leggere
Notizie correlate
Commenta
FACEBOOK